Quarantacinque anni fa: gli Allman Brothers, al Fillmore East

Venerato Maestro Oppure

The Allman Brothers Band - At Fillmore East

Quante Allman Brothers Band diverse può enumerare il critico? Quattro almeno? Quella che nei due album in studio (l’omonimo del novembre 1969, “Idlewild South” del settembre ’70) che precedettero questo doppio dal vivo evidenziò la capacità di distillare in brani relativamente succinti blues e soul, country, jazz e rock’n’roll, mettendo abilità tecniche sensazionali al servizio di una forma-canzone che era colta senza volerlo sembrare. Quella che, persi tragicamente e letteralmente per strada due componenti fondamentali, si acconciò a semplificarle assai quelle canzoni, buttandole sul country a scapito del blues e continuando peraltro a riscuotere (addirittura incrementandolo) un successo enorme. C’è poi una Allman Brothers Band che non solo è ancora in circolazione ma, senza troppo clamore, continua a riempire negli Stati Uniti palazzetti dello sport e persino stadi ed è certo un vivere di glorie trascorse, ma relativamente: siccome il repertorio storico è ogni sera insieme celebrato e trasfigurato come…

View original post 216 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s