Il reato di tortura nel dimenticatoio

contromaelstrom

diaz-genova-700x510Era il 6 aprile del 2015 e dalla Corte europea di Strasburgo (La Corte europea dei diritti dell’uomo istituita nel 1959 ha sede a Strasburgo. Non è una istituzione che fa parte dell’Unione europea. Questa è la Corte di giustizia dell’Unione europea, con sede in Lussemburgo, istituzione effettiva dell’Unione europea.) arrivò una pesante condanna per lo stato italiano per i fatti della scuola Diaz. L’aggressione alle persone che manifestavano contro il G8 a Genova nel luglio 2001, sono stati definiti dalla Corte vere e proprie torture. Un po’ in ritardo, quasi 15 anni, ma almeno una fonte autorevole ha affermato ciò che tutti pensavamo senza essere conseguenti nella pratica. Non ha usato mezze parole la Corte e così ha sentenziato:  “Legislazione inadeguata rispetto agli atti di tortura e assenza di misure dissuasive”. Nel mirino della Corte anche prescrizione e indulto di cui hanno beneficiato agenti e dirigenti di Ps imputati.

View original post 437 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s