Non dimentichiamo Rosa, Karl e chi è caduto/a lottando per il comunismo

contromaelstrom

Quasi 100 anni sono passati da quella notte tra il 15 e il 16 gennaio 1919 in cui la compagna spartakistes191Rosa Luxemburg e il compagno Karl Liebknecht, e un numero enorme di attivisti comunisti del KPD (Partito Comunista di Germania) furono uccisi dalla brutalità codarda della dirigenza socialdemocratica. I mercenari che si incaricarono delle uccisioni inquadrati nelle formazioni paramilitari dei Freikorps, erano giovani fascistelli figli della media borghesia  spaventati delle crescita dell’offensiva comunista; veterani dell’esercito che non riuscivano ad inserirsi nella vita sociale; reazionari del ceto medio che si sentivano “traditi” dall’ammutinamento dei marinai e soldati che avevano imposto ai vertici militari di fermare la guerra.

Queste bande di criminali fascisti vennero utilizzati non da figuri dell’estrema destra, ma da Gustav Noske, il ministro della Difesa tedesco, e dirigente del SPD il partito socialdemocratico, spaventati dalla espansione del “movimento dei consigli” che si diffondeva in tutta la Germania…

View original post 353 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s