1974 04 7 Paese Sera – Chi si nasconde dietro i «falsi»? di A.Bar.

12 dicembre 1969 Piazza Fontana Strage di Stato

1974 04 7 Paese Sera - Chi si nasconde dietro i falsi

CATANZARO, 7. – Un falso dopo l’altro, una catena ininterrotta di reticenze, di prove nascoste, nessun rispetto per i magistrati, che diventano strumenti ma non si ribellano. Valpreda doveva essere il colpevole. Ci sono di mezzo il SID, gli affari riservati del ministero dell’Interno, le questure di Roma e Milano.

Sono in dieci, in venti a sapere che le borse della strage sono state comprate in un negozio di Padova, città di Franco Freda, il nazista veneto. Ma non c’è uno che si metta una mano sulla coscienza, che si presenti al giudice, anche se giornali, riviste e libri chiedono un’indagine alla ricerca del negozio dal quale le borse sono uscite. Valpreda vada pure all’ergastolo.

Ieri, nell’aula di Catanzaro, c’è stata l’agghiacciante testimonianza di Luigi Falvella, alto funzionario di pubblica sicurezza. «Ero malato», «Non c’ero», «Non ho saputo», « Sarà, ma non potrei dire», «Se ne interessò un collega»

View original post 272 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s