1972 10 22 Espresso – Un messaggio di Valpreda. Subito dopo avere appreso la notizia del trasferimento del suo processo alla Corte d’Assise di Catanzaro

12 dicembre 1969 Piazza Fontana Strage di Stato

1972 10 22 Espresso - Un messaggio di Valpreda

Subito dopo avere appreso la notizia del trasferimento del suo processo alla Corte d’Assise di Catanzaro, Pietro Valpreda ci ha inviato questo messaggio dalla stanza della I clinica medica del Policlinico di Roma, dove è piantonato.

Trentaquattro mesi di carcere, quasi tre anni: in uno sporco gioco politico la vita e la sorte di alcuni individui non è che conti molto, il nostro processo è nuovamente rimandato, forse di un anno, la ragione di Stato è prevalsa, i sudari di ermellino hanno deciso: “l’ordine regna a Catanzaro”. Abbiamo sofferto tre anni di ingiusta e iniqua detenzione, ed ora anche coloro che concorsero al nostro linciaggio si mostrano indignati della ennesima manovra politica attuata tramite la decisione della Corte di Cassazione di trasferire il nostro processo nella città calabra: 1.200 chilometri da Milano e 600 da Roma. Stupore e indignazione quasi unanimi per tale assurda decisione: a Catanzaro, si osserva, manca…

View original post 412 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s